Luigi Salerno nasce e vive a Napoli. Autore di romanzi, racconti, pièce teatrali e sceneggiature, nel suo percorso di ricerca assimila il contagio delle nuove forme, ottenendo diversi riconoscimenti in premi letterari e rassegne, anche nell'ambito della drammaturgia contemporanea. È cofondatore, autore e sceneggiatore del circuito di cinema indipendente Nocte Film, nato dall'incontro con il filmmaker Fabrizio Fiore. I suoi scritti sono pubblicati su diverse riviste letterarie (Terra Nullius, Musicaos, Tuffi, Microtales, Risme). Le due stanze del colloquio (pièce in tre atti) risulta tra le vincitrici al Primo Concorso di drammaturgia "Belli lunghi". Ha pubblicato con Ferrari Editore: (Il vincolo cieco ; Id_Leonardo, 2019); Oedipus. Collezione di Teatro: (Ma è a due passi da lei, pièce in due atti, 2019); Passerino editore  (Appunti da una tavola calda con nebbia, 2020). Di prossima uscita il romanzo lungo La sete spenta, Ali ribelli edizioni, 2021.

Tra gli ultimi riconoscimenti: Honorable mention Reale Film Festival Month Awards 2020 (Lonely room); Finalist Venice Film Awards 2020 (Lonely room); premiato per il film "Finalmente l'inverno", al 74° Festival Internazionale del Cinema di Salerno 2020. Menzione miglior mediometraggio per il film "La città vuota -Out of the blue" al Premio Shinema per il Cinema contemporaneo 2021.